Jijil: destinazione mondo - SV fashion accounting
488
post-template-default,single,single-post,postid-488,single-format-standard,bridge-core-2.0.3,ajax_leftright,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-19.2.1,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive

Jijil: destinazione mondo

Forte del travolgente successo registrato in Italia, il marchio di total look femminile su cui punta il DG Group di Andria si appresta a conquistare anche i mercati stranieri.

141127-JiJIl-SS154900 (Copy)

L’obiettivo dichiarato che accompagna la presentazione delle collezioni primavera/estate 2015, e ancor più con l’autunno/inverno 2015/2016,  è conquistare i mercati oltreconfine, come Nord e Centro Europa, Giappone, Hong Kong e Russia.

Il potenziale del marchio Jijil è stato da tempo notato anche  dalle fashion blogger più seguite, tra cui Chloë Sterk che l’ha recentemente citato nel suo blog: “chloesterk.nl”.

 

chloesterk

 Intanto, allo shop  monomarca diretto di Andria si è aggiunta la nuova boutique di Firenze: due vetrine che illuminano 150 mq espositivi a pochi passi da via Del Tornabuoni, in via Del Sole.

Tutto è nato da un capo simbolo dell’azienda: l’abito in felpa, completamente destrutturato. Un modello transgenerazionale, di successo, che nel 2012 ha spinto i titolari a investire sul progetto Jijil, una proposta di moda donna di fascia alta, dal prezzo competitivo e dall’ottimo mark up. Oggi la proposta Jijil è completata dalla linea denim Jijil Le Bleu, con le scarpe e gli accessori, dalla linea bimba, Jolie (presentata a Pitti Bimbo) e ha già in cantiere il lancio di una linea maschile.

 

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.